Sondaggio Repubblica: dopo la manovra, promosso Monti. Bene la Fornero

Pubblicato il 13 Dicembre 2011 12:34 | Ultimo aggiornamento: 13 Dicembre 2011 12:35

ROMA – Gli italiani continuano ad avere fiducia in Mario Monti: la stima nei confronti del premier è calata di 4 punti (da 62% a 58%) in 10 giorni. Ma bisogna calcolare che di mezzo c’è stata una riforma che colpirà pesantemente i portafogli e i conti degli italiani. I dati sono stati ricavati da un sondaggio realizzato da Ipr Marketing per Repubblica. Il rilevamento precedente, sul quale è basato il confronto, è datato 1 dicembre.

Gli italiani che mostrano di avere poca o nessuna fiducia in Monti sono il 32%, mentre “senza opinione” si dichiara il 10%. Nel complesso la fiducia nel governo dei tecnocrati si attesta al 54%, contro il 35% di pareri sfavorevoli.

Tra i membri dell’esecutivo è Monti, premier e anche ministro dell’Economia, ad avere la popolarità maggiore, eguagliato al 58% soltanto dal ministro del Lavoro, Elsa Fornero, nonostante le critiche dei sindacati alla riforma delle pensioni.

Al 55% si attesta il ministro dell’Interno, Anna Maria Cancellieri, un punto in più di Piero Giarda, titolare dei Rapporti con il Parlamento .

Il ministro della Giustizia, Paola Severino, segue con il 48% dei consensi ex equo con Andrea Riccardi, responsabile della Cooperazione internazionale. Corrado Passera, ministro allo Sviluppo economico e alle Infrastrutture, è al 46%.