Sondaggio Swg: quasi un elettore su tre non rivoterebbe M5S. Delusione per asse Lega

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 luglio 2018 12:21 | Ultimo aggiornamento: 3 luglio 2018 12:21
Sondaggio Swg: quasi un elettore su tre non rivoterebbe M5S. Delusione per asse Lega

Sondaggio Swg: quasi un elettore su tre non rivoterebbe M5S. Delusione per asse Lega

ROMA – Un sondaggio Swg rileva come tra gli elettori che il 4 marzo hanno votato M5S, la stragrande maggioranza ripeterebbe quella scelta (72%).  [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,-Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Il restante 28%, invece, quasi uno su tre, è attraversato da diverse incertezze. Tra di loro, l’11% abbandonerebbe M5S. Di questi solo il 2% tornerebbe a votare Pd, mentre il 9% emigrerebbe sulle coste salviniane.

Il restante 17% si suddivide, a sua volta, in due tipologie differenti. Una parte (il 7%) potrebbe decidere di rifugiarsi nell’ astensione. Il restante 10%, invece, per il momento si colloca in una sorta di limbo: non più convinto della scelta pentastellata, ma indeciso se cambiare.

Al suo interno una quota maggioritaria di elettori (il 41%) ritiene M5s un agglomerato politico che fa riferimento, con forme innovative, ai temi della sinistra. Una quota minoritaria, il 29%, giudica il movimento espressione di un portato di destra, mentre il 30% giudica il Movimento estraneo a entrambe le vecchie culture.

Come riporta Il Messaggero che ha pubblicato il sondaggio,

il 31% degli elettori inizia ad avvertire qualche disagio di fronte a questa esperienza di governo giallo-verde e inizia a sottolineare la distanza tra lo spirito originario del movimento e la sua traduzione concreta nelle scelte dell’ esecutivo (un livello di disagio che supera la soglia del 40% tra gli elettori pentastellati che ritengono il movimento un’ espressione della sinistra).