Spending review, tagli ai ministeri: Cottarelli presenta la lista a Renzi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 settembre 2014 21:14 | Ultimo aggiornamento: 9 settembre 2014 2:08
Spending review, tagli ai ministeri: Cottarelli presenta la lista a Renzi

(Foto da Twitter)

ROMA – Tagli ai ministeri: il commissario alla spending review, Carlo Cottarelli, ha presentato la lista dettagliata al presidente del Consiglio, Matteo Renzi, durante un riunione strategica, presenti anche il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan e quello dell’Attuazione del Programma Maria Elena Boschi, a Palazzo Chigi.

Mercoledì è previsto un nuovo incontro con i responsabili dei vari dicasteri. E, dicono alcune voci, anche l’addio del commissario.

I possibili tagli vanno da un maggiore “coordinamento” tra le forze dell’ordine, alla revisione di incentivi e trasferimenti da parte di diversi ministeri alle imprese che valgono fino a 4 miliardi, fino al preannunciato taglio delle partecipate pubbliche. La parola passa ora ai responsabili dei vari dicasteri, per individuare le voci di spesa che possono essere tagliate davvero. Servono i soldi per coprire le riforme tanto annunciate, così la spending review andrà di pari passo con la legge di stabilità. Cottarelli prevede 20 miliardi di tagli, a partire da una base di spesa primaria di 700 milioni.

Nel suo ultimo lavoro Cottarelli aveva preso di mira le società a partecipazione pubblica: dai tagli alle municipalizzate aveva previsto 500 milioni di euro entro il 2015, soldi che, secondo le previsioni, dovrebbero salire a 3 miliardi nel lungo periodo. Secondo il commissario le partecipate potrebbero essere ridotte, in un anno, da 8mila a 2mila.