Spread sotto quota 200, Letta: “Ora Italia può ripartire”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 gennaio 2014 20:52 | Ultimo aggiornamento: 3 gennaio 2014 20:52
Spread sotto quota 200, Letta: "Ora Italia può ripartire"

Spread sotto quota 200, Letta: “Ora Italia può ripartire”

ROMA – Lo spread chiude sotto i 200 punti e il premier Enrico Letta commenta: “Ora l’Italia può ripartire”. Intervistato dal Tg1 delle 20 Letta non nasconde soddisfazione:

“E’ una grande notizia, il calo dello spread è frutto di un grande lavoro e soprattutto del sacrifico di tutti gli italiani, nessuno ha la bacchetta magica. L’Italia è nella in giusta direzione”

Per Letta “oggi ci sono le condizioni perché il Paese riparta” perché lo spread (impossibile non cogliere un riferimento a Berlusconi che più volte ha definito il differenziale un “bluff”)  “non è un dato astratto ma concreto”. Fintanto che lo spread “ballava oltre i 500 punti abbiamo pagato interessi in più. Ora invece abbiamo risorse disponibili” per il lavoro e imprese.

Quindi un cenno anche ai temi sollevati da Matteo Renzi che incontrano resistenze da parte di Alfano, riforme e legge elettorale, modifiche alla Bossi-Fini, coppie di fatto. Per Letta

“Su tutti questi temi sono convinto che le soluzioni si troveranno e metteranno d’accordo la maggioranza”