Politica Italia

Stabilità, le marchette nascoste: soldi a scuola per cani, orchestra Verona..

Stabilità, le marchette nascoste: soldi a scuola per cani, orchestra Verona..

Stabilità, le marchette nascoste: soldi a scuola per cani, orchestra Verona..

ROMA – Trecentomila euro alla scuola per cani-guida per ciechi di Campagnano, duecentomila per un museo dell’Immigrazione italiana. Altri 300 mila euro all’orchestra “I Virtuosi italiani” di Verona. Fino ad approdare a cifre ben più consistenti, come quelle del capitolo commemorazioni: 3 milioni in tre anni per le associazioni combattentistiche in vista del 70° della Resistenza. O il centenario della Prima Guerra mondiale, degnamente ricordata con una cifra monstre di 22,5 milioni di euro. C’è tutto questo e molto di più in quel “catalogo di marchette elettorali” nascosto tra le pagine della Legge di Stabilità.

Spese serie e ingenti come i 943 milioni di euro per la soppressione maggiorazione della Tares. Ma pure una quantità improponibile di prebende che il renziano Dario Nardella ha provveduto ad elencare sul suo sito. Francesco Grignetti ne parla sul quotidiano la Stampa:

 Si spende mezzo milione di euro per il Fondo nazionale per le attività delle consigliere e dei consiglieri di parità, più o meno quanto si spenderà per l’assistenza agli italiani all’estero indigenti: è giusto?  […]

o l’assunzione cittadini alle dipendenze di organismi militari della Comunità atlantica (altri 3 milioni in tre anni), oppure le attività di promozione del «Marchio Ospitalità Italiana» Ristoranti Italiani nel Mondo a cura del pregiato Istituto Nazionale Ricerche Turistiche che fa capo alle Camere di Commercio (2 milioni di euro quest’anno)

Pure un gesto solidale come il riciclo degli scarti alimentari, può destare qualche sospetto se si butta un occhio alle cifre esorbitanti:

I progetti di ricerca e sviluppo nel settore agroindustriale nelle aree di produzione della Sicilia orientale, con particolare riferimento al reimpiego sostenibile degli scarti provenienti dalla lavorazione industriale degli agrumi, costeranno 2 milioni di euro nel 2014. La stessa cifra che viene investita per un progetto rivoluzionario quale l’Anagrafe nazionale degli assistiti, un database che promette di mandare al macero i vecchi elenchi cartacei delle Asl, fonte di notoria inefficienza.

C’è pure un’improbabile collaborazione televisiva con la Repubblica di San Marino che solo il prossimo anno ci costerà 6 milioni di euro. E ancora:

ben 9 milioni di euro per la formazione di un contingente di 500 giovani da impiegare in azioni di pace non governative in aree a rischio di conflitto – ovvero già in conflitto – o in caso di emergenze ambientali. Li chiamano Corpi civili di pace ed erano richiesti da tempo dai pacifisti.

 

To Top