Lo Stato paga i debiti con le imprese con i soldi dei contribuenti

Pubblicato il 30 Gennaio 2012 12:56 | Ultimo aggiornamento: 30 Gennaio 2012 12:56

ROMA – Lo Stato finalmente paga i debiti, quella montagna di soldi che le pubbliche amministrazioni devono ai loro creditori, ossia le imprese. Sono in tutto 70 miliardi di euro e, secondo quanto previsto dal decreto sulle liberalizzazioni, 5 verranno sbloccati da subito. Già, ma come? In pratica il metodo individuato dal governo Monti è quello di prendere i soldi dal fondo per il rimborso dei crediti d’imposta. Insomma saranno i cittadini a pagare il debito dello Stato verso le imprese.

Secondo il decreto la prima tranche sarà da 5 miliardi . Più di metà, 2,7 miliardi, verrà prelevata dal capitolo di spesa 1778 del ministero dell’Economia chiamato “Agenzia delle Entrate – Fondi di bilancio”. Questo fono aveva già una destinazione, ossia il rimborso dei crediti d’imposta ai contribuenti. Gli altri due miliardi verranno invece da titoli di Stato.

E il debito delle pubbliche amministrazioni continua a lievitare. Nei primi 9 mesi del 2011 le sole Asl hanno superato la quota dei 40 miliardi sui circa 70 totali.