Stipendi dei ministri: Guidi, Poletti, Padoan guadagnavano di più prima

Pubblicato il 21 Maggio 2014 23:06 | Ultimo aggiornamento: 22 Maggio 2014 0:56
Stipendi dei ministri: Guidi, Poletti e Padoan guadagnavano di più prima

Giuliano Poletti (Foto Lapresse)

ROMA – Redditi dei ministri online: il sito del Governo ha pubblicato i dati sui guadagni dei componenti dell’esecutivo.

Graziano Delrio. Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, anch’ egli non parlamentare, come il premier ha dichiarato un reddito imponibile nel 2012 (da sindaco di Reggio Emilia) di 97.492 euro. Come patrimonio dichiara di possedere tre fabbricati (di 90, 40 e 32 metri quadrati) a Bocenago (Trento), nonché un fabbricato di 130 metri quadrati e un box di 29 a Reggio Emilia. Il tutto risulta in comproprietà al 50%, così come i due terreni rispettivamente di 2.000 e 4.000 metri quadrati ad Albinea, in provincia di Reggio Emilia, entrambi destinati a seminativo arboreo. Come sottosegretario alla presidenza riceve 114.796,68 euro lordi all’anno.

Angelino Alfano. È di 106.616 euro il reddito lordo percepito nel 2012 dal ministro dell’Interno, che è proprietario di due fabbricati ad Agrigento e ha la comproprietà di un terreno agricolo e un fabbricato rurale a Sant’Angelo Muxaro (Ag). Il ministro ha tre auto: una Daewoo Matiz del 1999, una Fiat Panda del 2005 e una Renault Twizy elettrica del 2012.

Federica Guidi. Da 298.708 euro lordi nel 2012 a 114.796 lordi (oltre alla diaria mensile di 3.503 euro) nel 2014 con l’arrivo della nomina a ministro dello Sviluppo economico: per il ministro Guidi il reddito quest’anno sarà pressoché dimezzato rispetto a quello degli anni precedenti. Nel 2012 Guidi ha pagato un imposta netta di 121.582 euro. Ha diversi fabbricati a Castel Nuovo Rangone e Forte dei Marmi ma non possiede auto né altri beni mobili registrati come aeromobili e imbarcazioni da diporto.

Maurizio Martina. Un appartamento in comproprietà con la moglie e una Nissan Qashqai del 2008 con un reddito imponibile riferito al 2012 di 102.383 euro: è quanto emerge dalla scheda trasparenza del ministro dell’Agricoltura pubblicata sul sito del ministero nella quale precisa di non possedere barche né aeromobili, né quote di partecipazione in società.

Maurizio Lupi. Nessun corrispettivo per l’incarico da ministro per Lupi che, secondo quanto emerge dalla scheda trasparenza, opta per il reddito da deputato. Nel complesso nella dichiarazione dei redditi 2012 il reddito imponibile lordo è di 282.499 euro con un’imposta lorda di 114.645 euro. Il ministro delle Infrastrutture non è proprietario di immobili mentre possiede una Fiat 500 del 2008.

Pier Carlo Padoan. Nel 2013 Pier Carlo Padoan come vice segretario e capo economista dell‘Ocse ha percepito circa 216.000 euro, un reddito non soggetto a tassazione (era residente all’estero e dipendente da una organizzazione internazionale). Il ministro è proprietario di un appartamento e un box a Roma e di una Mercedes A mentre non possiede titoli o attività finanziarie. Il compenso annuo lordo da ministro è di 114.769 euro.

Giuliano Poletti. Un guadagno netto mensile di 5.490 euro al quale aggiungere la diaria massima di 3.373 euro al mese in caso di permanenza a Roma per almeno 15 giorni. E’ il compenso che riceve il ministro del Lavoro, oltre ad una diaria fissa mensile di 129,68 euro: un guadagno inferiore a quello del 2012 da presidente dell’alleanza delle cooperative e della Lega delle cooperative. E’ quanto emerge dalla scheda trasparenza appena pubblicata sul sito del ministero secondo la quale il reddito imponibile nel 2012 era di 192.623 euro (imposta pari a 75.998 euro). Da ministro Poletti percepisce 114.796 euro l’anno lordi (65.883 netti pari a 5.490 euro netti al mese). Poletti dichiara di avere un fabbricato a Mordano con terreni per circa 10.000 metri quadri, una Peugeot 207 del 2007, un camper del 2006 e una roulotte del 1986.

Maria Carmela Lanzetta. Ha perso poco il ministro per gli Affari Regionali, che nel 2012 ha guadagnato 119.479 euro, grazie soprattutto a una Farmacia. Possiede una Fiat Panda, una Mitsubishi Pajero del 2002 e un’ Alfa 147 del 2008. Ha due case (categoria A2) ed una casa popolare (A4) a Roma; a Monasterace (Rc), dove era sindaco, possiede due case di tipo economico (A3). Si aggiunge la proprietà al 50%, sempre a Monasterace, di quattro case e un magazzino. Infine il ministro possiede percentuali tra il 3,8 e il 16,66 di altre tre case e cinque magazzini e box a Monasterace, Mammola (Rc) e Roma.

Marianna Madia. Il ministro per la Pubblica Amministrazione, che nel 2012 era parlamentare, percepiva uno stipendio di 98.471 euro. Per lei, così come per il ministro Maria Elena Boschi, e altri sottosegretari, vale la legge secondo cui chi è parlamentare percepisce solo lo stipendio della Camera di appartenenza e non quello da membro del governo. Madia attesta un fabbricato a Mordano con terreni di 10.000 metri quadri e un box a Roma, oltre alla nuda proprietà di altri tre (di due, al 50%). L’unica auto  intestata alla ministra è una Fiat Panda del 2009.

Federica Mogherini. È di 103.287 euro il reddito lordo percepito nel 2012 dal ministro degli Esteri. Il ministro è proprietario di un appartamento a Roma di 140 metri quadrati e di un posto auto, di un appartamento a Santa Marinella di 50 metri quadrati e della nuda proprietà di un appartamento a Parigi di 26 metri quadrati. Mogherini ha un’auto ‘Kia Riò, immatricolata nel 2005.