Storace fa guerra al kebab. Presentata ad Alemanno un’interrogazione sul mercato abusivo che si tiene ogni venerdì nei pressi della moschea di Roma

Pubblicato il 8 Luglio 2009 14:57 | Ultimo aggiornamento: 8 Luglio 2009 14:57

Francesco Storace non ama il kebab. In particolare quello cucinato nel mercato abusivo che si tiene ogni venerdì nei pressi della moschea di Roma. L’esponente de La Destra ha presentato un’interrogazione al sindaco di Roma chiedendo ad Alemanno «se è noto al Comune che i prodotti in vendita non vedono rispettate le più elementari norme igienico-sanitarie, al punto che esistono bombole di gas per cucinare all’aperto, ovviamente senza alcuna autorizzazione e, quel che è peggio, senza alcun controllo» e che «non viene rilasciato alcuno scontrino fiscale agli acquirenti».

Storace, sempre nell’interrogazione, chiede al sindaco di Roma se è a conoscenza delle “minacce anonime” che definiscono quell’area come “territorio musulmano”. Infine il leader de La Destra evidenzia «l’assoluto disprezzo delle regole da parte di un mercato che doveva essere originariamente destinato a soli undici rivenditori e comunque solo per valenza religiosa e socio-culturale che commerciale».