Storace “pungola” Fini su Montecarlo: “Nel Msi le case regalate diventavano sezioni”

Pubblicato il 6 agosto 2010 10:35 | Ultimo aggiornamento: 6 agosto 2010 10:52
storace fini

Francesco Storace e Gianfranco Fini nel 2005

Francesco Storace torna all’attacco di Fini sulla casa di Montecarlo (lasciata in eredità ad Alleanza Nazionale e oggi utilizzata dal Giancarlo Tulliani, “cognato” del presidente della Camera): “Ai tempi del Msi se uno ci donava una casa, noi ci facevamo la sezione”.

Con un immobile a Montecarlo invece, spiega Storace, si ”fa cassa”, si vende per fare la campagna elettorale. Il leader de La Destra ha parlato in un’intervista pubblicata su Repubblica. Storace ha spiegato di essere ”dispiaciuto” per la vicenda dell’immobile che riguarda Fini, ma ha difeso i due esponenti della Destra dai quali è partita la denuncia: ”Nessuno poteva chiederci di chiudere gli occhi”.

Sul presidente della Camera Storace ha detto di avere un giudizio ”politicamente negativo” ma non vuole credere ”che abbia fatto un autogol così sciagurato”.