Susanna Camusso: “Se Nord e Sud restano divisi non si esce dalla crisi”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 agosto 2015 19:55 | Ultimo aggiornamento: 4 agosto 2015 19:55
Susanna Camusso: "Se Nord e Sud restano divisi non si esce dalla crisi"

Susanna Camusso: “Se Nord e Sud restano divisi non si esce dalla crisi”

ROMA  – “Bisognerebbe essere coscienti che o si chiude la forbice tra Nord e Sud o annunciare l’uscita dalla crisi è una finzione”. Così il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, ospite del videoforum di Repubblica Tv.

“Non è il caso di parlare di piagnistei. Con 90 miliardi bloccati e l’assenza di una guida da parte del governo. Sgradevole che l’intervento di Saviano ma anche il rapporto Svimez vengano liquidati come piagnisteo”, aggiunge.   Quanto alla Rai, per Camusso “siamo di fronte alla ennesima spartizione politica del Cda. Come denuncia anche l’Usigrai e a ragione, con tutto il rispetto delle personalità coinvolte. Ma di certo non è di buon gusto (il riferimento è a Renzi, ndr) mettere nel Cda lo spin doctor della propria campagna elettorale (Guelfo Guelfi, ndr). Mi pare davvero l’idea che, invece di essere una grande azienda di servizio pubblico, diventi al puro servizio del governo e della politica”