Suspense per i soldi alle aziende. Giallo rinvio riunione Governo

Pubblicato il 3 Aprile 2013 14:25 | Ultimo aggiornamento: 3 Aprile 2013 21:32
Debiti della Pubblica Amministrazione, Consiglio dei Ministri rinviato

Vittorio Grilli (Foto Lapresse)

ROMA –  Soldi alle aziende, è giallo. Il Consiglio dei Ministri che avrebbe dovuto scrivere il testo del decreto che sbloccava il pagamento dei debiti della Pubblica Amministrazione è stato rinviato. E non è la prima volta: la riunione del Governo era già slittata alle 19 dalle 10 del 2 aprile. Ora l’ultimo rinvio: il governo varerà il decreto legge entro fine settimana o al più tardi lunedì prossimo, ha specificato Graziano Delrio, presidente dell’Anci (l’Associazione dei Comuni), aggiungendo che saranno da subito disponibili 7 miliardi di euro. 

Il Cdm è stato posticipato dopo che il ministro dell’Economia, Vittorio Grilli, d’accordo con quello dello Sviluppo Economico, Corrado Passera, ha chiesto a Mario Monti di ”proseguire gli approfondimenti” dopo le risoluzioni approvate il 2 aprile da Camera e Senato. 

Il giallo del rinvio si aggiunge ad un altro giallo: quello sull‘anticipo dell’addizionale Irpef dal 2014 al 2013. Il ministro Grilli ha smentito, ma l’anticipo era contenuto nella bozza del decreto. Insomma altre tasse (138 euro in più secondo la Uil per un reddito da 23 mila all’anno).

Il meccanismo sarebbe dovuto scattare per le Regioni che avessero fatto ricorso all’anticipo di cassa per pagare i debiti commerciali delle Pubblica Amministrazione. Un aumento dell’addizionale fino allo 0,6%, in taluni casi un’aliquota tripla.