Svuotacarceri è Legge. La Lega: “Se fanno anche amnistia altro che Vietnam…”

di redazione Blitz
Pubblicato il 8 Agosto 2013 11:50 | Ultimo aggiornamento: 8 Agosto 2013 12:59
Svuotacarceri approvato in Senato: ora è legge

Svuotacarceri approvato in Senato: ora è legge

ROMA – Il Senato ha approvato il decreto cosiddetto ‘svuota carceri‘ con 195 sì e 57 no. Il disegno di legge di conversione è ora definitivo.

Una legge che non piace alla Lega Nord che fino all’ultimo ha protestato in modo plateale in Senato, anche con fischietti e cartellini rossi.  Secondo il segretario Roberto Maroni il problema del sovraffollamento delle carceri non si risolve con con lo ‘svuotacarceri’ e meno ancora con l’amnistia: “Se qualcuno pensa di farlo sappia che dalla Lega avrà altro che il Vietnam o l’Afghanistan”. Maroni ha presentato un pacchetto di proposte del partito sulla giustizia, che comprende tre pdl (tra cui per il sovraffollamento delle prigioni) da presentare a settembre e l’adesione a 4 dei referendum Radicali.

La proposta sul tema delle carceri è una delle tre che la Lega presenterà in settembre in materia di giustizia. Per svuotare le carceri “l’unica vera soluzione è che i cittadini extracomunitari scontino carcere nel loro paese di origine, a casa loro”, ha sottolineato Maroni che, rispondendo a chi gli faceva notare come la materia fosse legata ad accordi internazionali, ha spiegato: “Parlamento e Governo devono attrezzarsi. Bisogna andare a parlarci e convincerli, io da ministro dell’Interno lo avevo fatto nei paesi del Maghreb, c’è già un accordo quadro europeo che lo consente, nel rispetto dei diritti del detenuto. E gli accordi bilaterali possono superare questo limite”. Alle parole di Maroni hanno fatto eco quelle del deputato Nicola Molteni, secondo il quale nell’ultimo anno “la popolazione carceraria è diminuita solo di mille unità” mentre nei penitenziari italiani sono rinchiusi “23mila stranieri, il 33% della popolazione che al Nord sale al 60-70%”. E, ha aggiunto, l’Ue chiede all’Italia di ridurre la popolazione carceraria di 20mila unità.