Tar Lazio, Andrea Alzetta “incandidabile”: resta fuori dal Campidoglio

di redazione Blitz
Pubblicato il 3 ottobre 2013 14:12 | Ultimo aggiornamento: 3 ottobre 2013 14:12
Andrea Alzetta

Andrea Alzetta

ROMA – Andrea Alzetta, detto Tarzan, ex consigliere comunale di Sel a Roma, non farà più parte dell’assemblea capitolina. Lo ha stabilito il Tar del Lazio che ha respinto il ricorso con il quale Alzetta chiedeva l’annullamento dell’atto di proclamazione degli eletti a maggio, durante il quale è stata dichiarata la sua incandidabilità. 

Alzetta, candidato nelle liste di Sel, aveva raccolto ben 1700 preferenze ma sul suo capo pende una condanna a due anni di reclusione, risalente al 1996. Alzetta è stato condannato  per avere partecipato a scontri di piazza nel 1991. Ora, proprio come Silvio Berlusconi, per la legge Severino risulta escluso.

Tra 10 giorni i giudici amministrativi depositeranno le motivazioni della sentenza, nelle quali affronteranno anche l’eccezione di incostituzionalità della ‘Legge Severino‘ sostenuta dagli avvocati di Alzetta. Secondo i legali infatti, la legge produrrebbe una disparità di trattamento tra i candidati agli Enti locali e quelli alle elezioni nazionali ed europee.