Tar Lazio, Bonino e Zanda (Pd): “Corte dei Conti condanni Polverini per danno erariale”

Pubblicato il 17 Settembre 2010 18:16 | Ultimo aggiornamento: 17 Settembre 2010 18:16

Luigi Zanda

“Il Tar del Lazio, che ha bocciato l’aumento del numero dei consiglieri regionali del Lazio, in effetti ha bocciato la Presidente Renata Polverini che quell’evento ha voluto e difeso per garantire la sua personale posizione. Adesso si ripropone la necessità di un intervento della Corte dei Conti per valutare il grave danno erariale provocato dall’iniziativa politica della maggioranza di centrodestra alla Regione Lazio”. E’ quanto dichiarano Emma Bonino, vice presidente del Senato e candidata del centrosinistra alla presidenza della Regione Lazio, e Luigi Zanda, vice capogruppo vicario Pd al Senato.

“Sei mesi fa, il 30 aprile per l’esattezza – spiegano Bonino e Zanda – abbiamo chiesto l’intervento della Corte dei Conti in relazione all’aumento dei consiglieri regionali da 70 a 73, deliberato in contrasto sia con lo Statuto sia con la legge elettorale della Regione Lazio”.

“Alla luce della sentenza del Tar – concludono Bonino e Zanda – rinnoviamo la richiesta di intervento da parte della Corte dei Conti perché queste manovre di puro equilibrio politico rappresentano un danno non solo morale ma anche economico nei confronti dei cittadini. Non si può predicare la riduzione della spesa pubblica e poi dilatarla in barba alle leggi e all’ordinamento”.