Politica Italia

Cedolare secca sugli affitti, il governo fa lo “sconto” del 5%. Si pagherà il 20%

La cedolare secca sugli affitti che sembrava dover essere del 25%, dopo il Consiglio dei ministri, è calata al 20%. Il provvedimento, contenuto nel decreto attuativo sul federalismo fiscale riguardante il fisco dei Comuni ”partirà dal 2011″. Lo dice il ministro della Semplificazione Roberto Calderoli parlando con i cronisti in Transatlantico alla Camera.

I proventi sugli affitti dal prossimo gennaio non saranno più tassati con l’Irpef: si potrà pagare – la scelta è un’opzione – un’aliquota fissa al 20%, ma la cosiddetta ”cedolare” potra’ scendere ulteriormente per i canoni ”agevolati” nelle aree ad alta densità abitativa.

To Top