Tasse universitarie, ok proposta M5s: tagli in media del 20%, a Bergamo del 24%

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Maggio 2014 14:10 | Ultimo aggiornamento: 10 Maggio 2014 14:10
Tasse universitarie, ok proposta M5s: tagli in media del 20%, a Bergamo del 24%

Tasse universitarie, ok proposta M5s: tagli in media del 20%, a Bergamo del 24%

BERGAMO – Dopo il bonus degli 80 euro in busta paga potrebbe arrivare il taglio delle tasse universitarie. La proposta arriva dal disegno di legge di Gianluca Vacca, del Movimento 5 stelle, che è stata appoggiata dal governo Renzi. Se il ddl sarà approvato, per gli studenti dell’ateneo di Bergamo le tasse universitarie dovrebbero essere tagliate del 24%, mentre la media dei tagli sarà del 20% negli atenei italiani, sempre che il governo fornisca la copertura finanziaria alla proposta.

L‘Eco di Bergamo scrive:

“Se la proposta dovesse concretizzarsi in legge in tempi rapidi, già dal prossimo settembre 35 università italiane sarebbero costrette a tagliare i contributi versati dalle famiglie, anche del 20 per cento”.

Parlando del suo disegno di legge, Vacca ha dichiarato a Repubblica:

“«Secondo quanto è stato calcolato dall’Unione degli universitari, il passo indietro porterebbe l’università di Bergamo al un tasso di pressione fiscale del 44,61 per cento. E per rientrare nel tetto prefissato dalla legge, l’ateneo lombardo dovrebbe ridurre del 24 per cento le tasse complessive. Stesso discorso per l’università Carlo Bò di Urbino e la Cà Foscari di Venezia che andrebbero al 33,9 per cento. E per altri 33 atenei che pubblici che sforerebbero in vario modo il tetto del 20 per cento»”.