Terremoto Abruzzo/ Ecco le “case a punti”. I 4 mila alloggi del piano Case saranno assegnati con una speciale graduatoria

Pubblicato il 28 Luglio 2009 13:47 | Ultimo aggiornamento: 28 Luglio 2009 13:55

Il piano case voluto dal governo per i terremotati dell’Abruzzo presenta un inconveniente rilevante. Solo 4 mila famiglie riusciranno a godere di un nuovo alloggio, ma i nuclei familiari colpiti dal sisma e per ora senza un tetto sono ben 13 mila. Una situazione che ha spinto la Protezione civile a incaricare il Comune dell’Aquila di stilare una vera e propria graduatoria, in base alla quale saranno assegnati gli alloggi.

Le regole sono già decise: 5 punti per chi ha avuto in famiglia vittime del terremoto, 4 per chi ha un figlio minorenne, 2 per chi ospita un anziano di oltre 85 anni o un invalido, 1,5 per ogni lavoratore o iscritto all’università. Nessun diritto all’alloggio per gli aquilani che hanno già un’abitazione agibile o che hanno costruito case di legno.

E dopo le polemiche sollevate anche dal sindaco del capoluogo, il Tesoro ha cambiato le regole sul pagamento delle tasse, che sarebbe dovuto riprendere da gennaio prossimo. Il ministro Tremonti ha invece annunciato che il recupero dei tributi è sospeso nuovamente.