Terremoto, Catricalà punzecchia Monti e Bondi: “Niente supercommissari”

Pubblicato il 31 Maggio 2012 0:56 | Ultimo aggiornamento: 31 Maggio 2012 0:56

Foto Lapresse

ROMA – Antonio Catricalà punzecchia Mario Monti: “Non servono supercommissari per gestire l’emergenza post terremoto in Emilia”. Quella del sottosegretario sembra una stoccata al premier e a Enrico Bondi, che è stato nominato Commissario per la spending review, ovvero la riduzione delle spese della Pubblica Amministrazione.

Catricalà, che era ospite su La7 al programma Otto e Mezzo, condotto da Lilli Gruber, ha specificato che sarà meglio affidarsi alle “autorità politiche locali che abbiano la sensibilità di intervenire”.

Catricalà ha detto_ ”Noi riteniamo di agire nell’emergenza, ma una cosa è l’emergenza assistenza-soccorso e un’altra quella economica che deve essere invece gestita con le ordinarie procedure e soprattutto con i soggetti”.

Lo stesso giorno Mario Monti aveva indicato nel governatore dell’Emilia Romagna, Vasco Errani, il possibile commissario per la gestione dell’emergenza terremoto.