La Camera boccia i test di Italiano per immigrati voluti dalla Lega

Pubblicato il 27 Aprile 2010 11:35 | Ultimo aggiornamento: 27 Aprile 2010 11:59

Tanto rumore per nulla: la proposte della Lega per introdurre un test di italiano per gli extracomunitari che aprono negozi in Italia non ha superato il vaglio di ammissibilità in commissione alla Camera. Stop anche all’emendamento, sempre del Carroccio, che puntava a proibire le insegne multietniche.

Entrambe le proposte erano state presentate nelle commissioni Attività Produttive e Finanze della Camera in occasione dell’esame del decreto legge sugli incentivi. I due emendamenti sono stati giudicati inammissibili a causa dell’estraneità della materia.

La scure dell’ammissibilità ha ‘tagliato’ poco meno della metà degli emendamenti presentati in commissione alla Camera al decreto legge incentivi. Le proposte che non hanno superato l’esame a causa “dell’estraneità della materia” sono 247 su un totale di 520.

Altri 46 emendamenti sono invece in bilico: le presidenze delle commissioni Attività Produttive e Finanze di Montecitorio ritengono infatti che quest’ultimo pacchetto di proposte potrebbe essere esaminato solo qualora tutti i gruppi fossero d’accordo. Tra le proposte in bilico c’è anche un emendamento a firma del governo che riguarda l’indennizzo diretto del Rc Auto.