Toninelli e il sisma bonus. Tiene il nome di Renzi ma…

di redazione Blitz
Pubblicato il 26 settembre 2018 14:58 | Ultimo aggiornamento: 26 settembre 2018 17:20
danielo Toninelli

Toninelli alla presentazione del programma di prevenzione Diamoci una scossa (foto Blitz Quotidiano)

ROMA – Il ministro delle infrastrutture e dei trasporti Danilo Toninelli annuncia un sisma bonus diverso da quello già introdotto dal governo Renzi. Pur mantenendo lo stesso nome, Toninelli lamenta la inefficacia della misura che serve ad adeguare gli edifici secondo criteri anti sismici. Edifici che lo stesso ministro ha definito “vecchiotti”. La presentazione del programma di prevenzione Diamoci una scossa, avvenuta al ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, è stata caratterizzata da un fuori programma di una mini ressa causata dall’inviato de Le Iene Filippo Roma.

L’inviato ha letteralmente braccato il ministro che stava uscendo, ma la mole di Roma, unita allo stile agguato tipico de Le Iene, ha provocato un vero e proprio sisma (per restare in tema) tra i giornalisti che si stavano accalcando attorno a Toninelli. Ci è voluto l’intervento del portavoce del ministro per riportare un po’ di calma, e comunque la Iena non ha ottenuto la risposta che cercava.

Per quanto riguarda l’intervento di Toninelli, l’attenzione è stata posta sul lavoro di architetti e ingegneri (i veri protagonisti dell’iniziativa) e sulla necessità di ringiovanire la rete immobiliare in Italia. Il bonus statale prevede un rimborso che va dal 50% all’85% di quello che un proprietario spende per l’adeguamento del proprio immobile in chiave anti sismica. Un bonus come detto già esistente ma che Toninelli ha definito “fermo su un binario morto” (video Blitz Quotidiano).