Toninelli e la vignetta sul Fatto: “Non amiamo i disabili? Uno l’abbiamo fatto ministro”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Dicembre 2018 11:18 | Ultimo aggiornamento: 10 Dicembre 2018 11:20
Toninelli e la vignetta sul Fatto: "Non amiamo i disabili? Uno l'abbiamo fatto ministro"

Toninelli e la vignetta sul Fatto: “Non amiamo i disabili? Uno l’abbiamo fatto ministro”

ROMA – Sull’edizione domenicale del Fatto quotidiano è apparsa una vignetta a firma Natangelo dove si vede Luigi Di Maio mentre difende i 5 Stelle dalle accuse di non occuparsi abbastanza dei disabili: “Guarda Toninelli, con tutti i problemi che ha l’abbiamo fatto ministro”.

Il riferimento è al passaggio del deputato grillino Dall’Osso al gruppo di Forza Italia: Dall’Osso è affetto da Sla e se ne è andato sbattendo la porta deluso dai 5 Stelle per come (non) affrontano i problemi delle disabilità ricevendo in cambio scomunica e irrisione di Beppe Grillo che lo tratta come un prezzolato qualunque a libro paga di Berlusconi.

La vicenda della controversa vignetta ha una postilla e una premessa forse imbarazzanti per il Fatto: in basso si può leggere un post scriptum che recita “Attenzione: battuta autorizzata da Travaglio”.

Sì perché qualche giorno prima una vignetta di Vauro sullo stesso Toninelli (un uomo con la maglietta No Tav, una madamina con Sì Tav e Toninelli con un boh Tav) non era stata pubblicata per ordine del direttore Marco Travaglio. C’è un problema di censura a corrente alternata sul Fatto?