Torino, Fassino candidato sindaco del centrosinistra: netta vittoria alle primarie

Pubblicato il 28 Febbraio 2011 8:31 | Ultimo aggiornamento: 1 Marzo 2011 11:17

Piero Fassino

TORINO -Sarà Piero Fassino il candidato sindaco di Torino per il centrosinistra: l’ex segretario dei Ds ha vinto le primarie distanziando nettamente tutti i suoi avversari, in primis lo “sfidante” annunciato Davide Gariglio.

Fassino ha ottenuto 29.297 voti, pari al 55,28%.  Alle sue spalle è giunto Davide Gariglio (14.516 voti; 27,39%). Seguno Gianguido Passoni (6.585 voti; 12,42%), Michele Curto (2.199 voti; 4,15%) e Silvio Viale (405 voti; 0,76%).

Secondo i dati definitivi del Centro Operativo delle stesse primarie, i votanti sono stati 53.185 (con un leggero aumento rispetto ai 52.922 comunicati subito la chiusura dei seggi). Le schede nulle sono state 120 (0,22%); quelle bianche 63 (0,12%).

Gariglio ha accettato il risultato con grande sportività e si è messo a disposizione del candidato ufficiale, ma si è anche detto soddisfatto della propria performance: “Da domani lavoriamo tutti perché il centrosinistra vinca a maggio. Da noi è arrivata una proposta politica coraggiosa, che ha raccolto un terzo dei votanti”.

Dal canto suo, Fassino si è voluto soffermare sull’importanza delle primarie, messe in discussione dai presunti brogli delle settimane precedenti, soprattutto dopo quanto avvenuto a Napoli: ”Dappertutto tanta gente. Gente vera. Torino e i torinesi hanno salvato lo strumento delle primarie. E dopo il risultato di Milano e i pasticci di Napoli possiamo dire che hanno salvato anche il Pd”.

Anche il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, si è soffermato sull’importanza di mantenere la coalizione unita in vista del voto: “Attorno a Piero Fassino, che ha ottenuto un risultato di straordinaria ampiezza, si raccoglieranno ora tutte le forze del Pd e del centrosinistra in vista della sfida elettorale”.