Toti chiude la porta ad alleanze con M5s: un conto le Camere, altro il Governo

di Ama La Sunta
Pubblicato il 15 marzo 2018 13:41 | Ultimo aggiornamento: 16 marzo 2018 9:08
Giovanni Toti chiude la porta ad alleanze con M5s: un conto le Camere, altro il Governo

Toti chiude la porta ad alleanze con M5s: un conto le Camere, altro il Governo (nella foto, Salvini e Di Maio)

GENOVA – Il Presidente della Liguria Giovanni Toti proprio non vede di buon occhio una ipotesi di alleanza tra la Lega di Matteo Salvini, a cui è molto vicino da sempre, e il Movimento 5 Stelle di Luigi Di Maio.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela

“Vedo moltissime differenze tra la coalizione di centrodestra e il M5S, dalle infrastrutture alla competitività del Paese, dall’abbattimento delle tasse al reddito di cittadinanza, fino allo ius soli, l’immigrazione, i rapporti con l’Europa, un Governo tra forze così diverse non credo che sarebbe né utile né proficuo per il Paese, credo che nessuno lo pensi”.

Così Toti stamani a Milano per il viaggio inaugurale del Frecciarossa Genova-Milano commenta l’altolà di Silvio Berlusconi a Matteo Salvini ad alleanze con il M5S. “Un’altra cosa è un civile e urbano dialogo sulle istituzioni di garanzia, come le Camera, un domani il presidente della Repubblica, tutte le Authority di garanzia su cui i partiti devono imparare a dialogare civilmente tra loro – sottolinea Toti -. Una cosa è l’azione di governo in cui temo non ci sia nessun contatto tra centrodestra e M5S, altra cosa è il dialogo istituzionale. Verso il Pd vale ciò che ho detto per il M5S. Per il Paese non credo sia tempo di inguacchi, di papocchi, di Governi con geometrie variabili, convergenze parallele o cose che gli elettori non capirebbero.

Il centrodestra ha vinto le elezioni, spero riesca a formare un Governo per fare ciò che si è promesso, il M5S ha avuto un lusinghiero successo – commenta Toti -. Vogliamo ricreare un sano rapporto tra politica e cittadini? Diciamo se siamo in grado di fare un Governo che fa le cose promesse, se non siamo in grado, si faccia ciò che si può fare per poi ridare la parola agli italiani. Mi fido da molti anni della Lega, ci governo molto bene tutti i giorni, mi pare che in Lombardia e Veneto facciano la stessa cosa, così come in centinaia di Comuni. Quindi siamo forti alleati, poi com’è noto, a me piacerebbe anche stringerla di più questa alleanza”. Conclude Giovanni Toti, parlando un po’ da presidente della Liguria un po’ da chi aspira ad avere un ruolo di rilievo nel futuro centrodestra italiano targato Lega.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other