Trappola di Trieste, chi la sta tendendo? Puzzer: non venite! No Vax si son mangiati i portuali

di Alessandro Camilli
Pubblicato il 22 Ottobre 2021 9:30 | Ultimo aggiornamento: 22 Ottobre 2021 9:30
Trappola di Trieste, chi la sta tendendo? Puzzer: non venite! No Vax si son mangiati i portuali

Trappola di Trieste, chi la sta tendendo? Puzzer: non venite! No Vax si son mangiati i portuali FOTO ANSA

Trappola, Puzzer l’ha definita trappola. Chi è Puzzer? E’, anzi era, il capo di un sindacato di portuali, circa 250 aderenti. E’ Puzzer l’uomo che ha intimato al governo di ritirare il Green Pass come condizione per andare sui luoghi di lavoro. E’ stato il sindacalista di lotta che, dopo il primo giorno di protesta ai varchi del porto, aveva detto: abbiamo dimostrato, vinto la nostra prima battaglia, ora chi vuole può tornare a lavorare. E’ stato ancora l’uomo che, poche ore dopo aver detto queste parole, è corso a dire il contrario: la lotta continua.

Poi ha spiegato: altrimenti questi mi staccano la testa. Questi chi? In questa breve e intensa cronaca dei fatti di Trieste, Puzzer è stato l’uomo che ha conosciuto i No vax da vicino, da molto vicino. Ed è sempre lui che, la notte prima della mobilitazione No vax fissata per oggi a Trieste, ha messo su social avviso-preghiera-consiglio: “Restate a casa, non venite a Trieste, è una trappola”. 

Chi sta tendendo la trappola a chi?

Mentre scriviamo sui social è indetta una prima manifestazione a Trieste per le nove del mattino. Indetta da chi? Per andare dove? Non si sa, nessuna comunicazione al riguardo. La manifestazione diciamo così ufficiale, quella che aveva ottenuto l’autorizzazione dalla Questura, è stata disdetta dagli stessi organizzatori, tra cui gruppi di portuali, perché si sono detti certi dell’arrivo di violenti e non certo in grado di contenerli. Così Trieste resta sospesa tra il previsto arrivo di No vax da ogni Regione d’Italia e anche dall’estero (si è parlato di ventimila) e l’assoluta incertezza su cosa faranno se e quando diventeranno corteo o cortei.

Anzi una certezza c’é: proveranno a varcare ogni linea rossa, cercheranno lo scontro fisico immaginando Trieste come una sorta di Genova dei No Vax. La trappola di cui parla Puzzer è quella in cui molti sono già caduti, lui compreso. La trappola è quella grazie alla quale il movimento No Vax si è mangiato la protesta dei portuali. E mentre tutto era già abbondantemente, fortemente, decisamente No Vax, giornali e tv e perfino un po’ di pubblica opinione continuava a titolare, parlare, pensare che i protagonisti fossero i portuali.