Uil, Angeletti: “Difficile trattare con Monti, ridurre tasse e spese”

Pubblicato il 26 Aprile 2012 11:13 | Ultimo aggiornamento: 26 Aprile 2012 11:15

ROMA – ''Trattare con questo governo è difficile, non ha una particolare sensibilità ne' tanto meno disponibilita' a fare delle trattative che non siano banalmente dei colloqui o delle registrazioni di opinioni''. E' quanto ha detto il segretario generale della Uil, Luigi Angeletti intervistato su Skytg24 mattina.

''Il problema – ha detto – e' che i problemi non si risolvono". Per la Uil la vera riforma strutturale in Italia sarebbe la riduzione della spesa pubblica e delle tasse sul lavoro destinando a questo parte delle risorse che arrivano dalla lotta all'evasione fiscale. Lo afferma a Skytg24 mattina il leader Uil, Luigi Angeletti convinto della necessita' di redistribuire un po' la ricchezza ''vero punto dolente della nostra economia''.

''Coloro che hanno il potere di decidere come spendere i soldi pubblici – ha detto – sono le stesse persone a cu bisogna togliere quei soldi, è obiettivamente complicato, ma non c'è alternativa. Fra di loro – ha sottolineato – c'è il sistema politica, e tutte le altre strutture più o meno autoreferenziali che gestiscono molta parte della nostra spesa pubblica''.

Angeletti e' intervenuto anche sulla polemica sulle nuove auto blu che il Governo si appresta a comprare: ''l'Italia ha il più alto numero pro capite al mondo di costo delle strutture politiche – ha detto – e le auto blu sono l'emblema di questi sprechi. La cosa più seria sarebbe metterne all'asta almeno al metà, questo sarebbe un vero segnale di cambiamento''.