Libero: “Monti e il nepotismo, prof universitari scelti con concorsi locali”

Pubblicato il 1 Giugno 2012 - 13:09 OLTRE 6 MESI FA

Mario Monti (Lapresse)

ROMA – Il quotidiano “LIbero” lo dà per certo e azzarda anche il titolo: “Monti riporta il nepotismo nell’università”. Il governo dei tecnici  sarebbe in procinto di formalizzare a breve che i docenti universitari, quelli ordinari e quelli associati “saranno scelti di nuovo in base a concorsi locali e non più all’abilitazione nazionale”, secondo Libero.

Se la decisione venisse comunicata le cose andrebbero così, scrive Mattias Mainiero: “Scelti in casa, nel chiuso dei singoli atenei e dei relativi intrallazzi, da commissioni composte da cinque membri. Uno di questi sarà nominato dal rettore, non si sa bene in base a quale logica e merito”.

E ancora: “Tre membri saranno estratti a sorte da una lista nazionale, e anche qui, visto l’innamoramento italiano per le liste ad hoc, è facile immaginare chi farà parte del gruppo degli eletti e come la sorte riuscirà a non essere bendata. Un membro sarà una personalità internazionale, di indiscusso merito, si presume”.