Valle d’Aosta, consigliere M5s: “Assessori hanno harem di segretarie”

di redazione Blitz
Pubblicato il 26 settembre 2013 18:09 | Ultimo aggiornamento: 26 settembre 2013 18:09
Valle d'Aosta, consigliere M5s: "Assessori hanno harem di segretarie". Polemica

Stefano Ferrero, consigliere M5s in Valle d’Aosta

AOSTA – “Gli assessori hanno harem di segretarie“: sono le parole poco galanti del capogruppo regionale M5s, Stefano Ferrero, che ha sollevato un vespaio di polemiche in Valle d’Aosta.

L’affermazione pronunciata mercoledì in Consiglio regionale durante una discussione sull’organizzazione del personale ha oltrepassato i confini dell’aula e dei social network, scatenando la reazione delle segretarie infuriate che hanno recapitato lettere di protesta.

Prima via Twitter era scattato lo ”sdegno per le dichiarazioni sulle donne che lavorano in Regione” da parte del presidente dell’assemblea legislativa Emily Rini: ”Allusioni offensive che non fanno onore al Consiglio regionale”. Alle quali i pentastellati avevano prontamente risposto: ”Siamo noi quelli sdegnati. E’ da sempre che i politici made in Vda usano le donne solo come complementi d’arredo”.

Poi è intervenuto il Cug, Comitato unico di garanzia per le pari opportunità, che ha bollato l’esternazione di Ferrero come “dannosa alla dignità di tutte le donne impiegate nell’ente” e chiede ”contenuti rispettosi della dignità delle persone e privi di stereotipi”.

Prese di posizione dinanzi alle quali il consigliere regionale del M5s Ferrero non lesina sarcasmo: ”Tutto questo clamore solo perché ho detto che in alcuni posti dell’amministrazione regionale ci sono dei raccomandati, mi sembra di aver detto una cosa ovvia”.