Pd, Veltroni ‘ufficializza’ la spaccatura: “Le difficoltà ci sono, sbaglia chi non le vede”

Pubblicato il 15 Settembre 2010 13:25 | Ultimo aggiornamento: 15 Settembre 2010 13:27

Walter Veltroni

Non minimizza le difficoltà Walter Veltroni. Anzi, parlando ai cronisti in alla Camera, l’ex segretario del Pd “ufficializza” la frattura nel Partito Democratico. E, a proposito del documento che sintetizza le posizioni della minoranza in cui si chiede un ritorno allo spirito originario del partito Veltroni spiega: ”E’ un documento politico che va accolto positivamente. Ho contribuito a fondare il Pd e ci tengo che sia forte perché solo un Pd forte può costruire alleanze per l’alternativa. La cosa peggiore è che non si vedano le difficoltà perché così si accrescono”.

Sulla questione dei gruppi autonomi Veltroni liquida così la questione: “Ti puoi immaginare che ho fatto quella fatica per fondare il Pd se non per farlo piu’ forte, grande e aperto?”.

eltroni spiega che ”non c’e’ fretta” per diffondere il documento che rilancia lo spirito del primo Pd cosi’ come ”non c’e’ nulla di polemico ne’ di quelle cose che si sono viste nel passato”.

”E’ un documento politico – afferma l’ex leader Pd – che esprime una posizione come altre espresse in queste settimane con interviste, documenti e dichiarazioni. Un partito e’ un partito con unita’ operativa e per fortuna tante culture e punti di vista”. ”In un momento cosi’ difficile per il paese – sostiene Veltroni – e’ utile ragionare con spirito costruttivo sulle difficolta’ del Pd per fare un partito piu’ forte”.

Il documento ”e’ la riconferma dello spirito politico e culturale che stava alla nascita del Pd e che per me e altri e’ giusto riproporre”. Una posizione che, evidenzia l’ex segretario, ”e’ stata espressa da molti” nel coordinamento del partito.