Venezia, il pg Calogero: “Dal premier comportamenti lesivi”

Pubblicato il 29 Gennaio 2011 14:11 | Ultimo aggiornamento: 29 Gennaio 2011 14:11

VENEZIA – Il procuratore generale Pietro Calogero avrebbe attaccato il presidente del consiglio Silvio Berlusconi, scrive il Corriere del Veneto, nel corso del’inaugurazione dell’anno giudiziario di Venezia.

In realtà non lo ha mai nominato: «Chi ha ripetutamente accusato i pm di Milano – ha detto nel suo discorso il magistrato – di violare scientemente le regole sulla competenza e di costruire gravi ipotesi di reato su fatti ridicoli e inesistenti, di fare un uso politico della giustizia e di complottare per rovesciare il verdetto del voto popolare, chi ha preannunciato e invocato una punizione ai magistrati per le gravi violazioni asseritamente commesse, non può francamente dolersi se l’interprete obiettivo e sereno giudica i suddetti comportamenti oggettivamente lesivi della dignità di organi dello Stato».

I riferimenti sono chiari: «Il caso Ruby – ha detto ancora Calogero – ha portato alla crisi del rapporto tra governo e magistratura con grave turbamento della società civile».