Venezia, Giorgia Meloni e Fratelli d’Italia da una parte, centri sociali dall’altra

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Marzo 2015 18:46 | Ultimo aggiornamento: 7 Marzo 2015 18:46
Venezia, Giorgia Meloni e Fratelli d'Italia da una parte, centri sociali dall'altra

Il manifesto pubblicato su Twitter dai centri sociali

VENEZIA – Si è conclusa la manifestazione di Fratelli d’Italia a Venezia, guidata da Giorgio Meloni e da Ignazio La Russa, contro la politica del governo Renzi e sui temi della sicurezza e contro il malaffare e la corruzione. Il corteo partito dalla stazione ferroviaria ha toccata vari punti della città lagunare fino a campo San Geremia dove è stato tenuto il comizio conclusivo.

Alla manifestazione hanno partecipato alcune migliaia di persone. Sul palco anche Gianluca Salviato, il tecnico veneziano che era stato rapito in Libia nei mesi scorsi, che ha concluso il suo intervento con la frase ‘Viva l’Italia’. Nel corteo, caratterizzato da striscioni, anche slogan in ricordo dei Marò trattenuti in India. Come accaduto a Genova con il comizio di Matteo Salvini, in un’altra zona di Venezia, in campo Santa Margherita, contemporaneamente, gruppi dei centri sociali, formazioni della sinistra e rappresentanti dell’Anpi hanno dato vita a una ‘contromanifestazione’ all’insegna della musica. Le forze dell’ordine hanno seguito le due iniziative, secondo un piano predisposto dal questore Angelo Sanna e non sono stati segnalati al momento problemi di ordine pubblico.