Giallo sul vertice Monti-Alfano-Bersani-Casini: Palazzo Chigi smentisce

Pubblicato il 13 Aprile 2012 20:36 | Ultimo aggiornamento: 13 Aprile 2012 20:37

Mario Monti (Lapresse)

ROMA – Un vertice tra Mario Monti, Angelino Alfano, Pier Luigi Bersani e Pier Ferdinando Casini per parlare di lavoro e soprattutto crescita alla luce del crollo dei Mercati degli ultimi giorni. Peccato però che sull’incontro sia calato un alone di mistero. Prima la data era quella di domenica, poi si è deciso per martedì, come confermato dallo stesso Casini. Ma Palazzo Chigi non conferma facendo pensare ad un ulteriore slittamento della data. Che sia una mossa per tenere segreto l’incontro in cui va ricordato, si parlerà anche dello spinoso tema Lavoro?

Ciò che è certo è che lunedì Monti riunirà una sorta di task force composta da alcuni ministri per esaminare a fondo il tema crescita. Lo spread è infatti tornato a far paura, rompendo gli argini della diga Monti, e Piazza Affari da giorni chiude in forte ribasso, facendo perdere almeno 10 miliardi al giorno.

Dal Pd il segretario Pier Luigi Bersani sul tema Lavoro afferma: “Si possono fare aggiustamenti ma senza stravolgere il progetto di legge, siamo aperti alla discussione e ci confronteremo con le altre forze politiche”. Intanto Susanna Camusso ribadisce che “il decreto è troppo frettoloso soprattutto sul tema ammortizzatori sociali”. Ma per il ministro Fornero, la riforma darà un contributo alla crescita del Paese anche se arriva l’allarme della Bce sulla crisi occupazionale.

Il premier Mario Monti ha quindi ascoltato le richieste di Angelino Alfano, ha preso atto del pressing del segretario Pdl per modificare il ddl lavoro per quel che riguarda la flessibilità in entrata. Secondo fonti di governo, per mettere il provvedimento ci sarebbe tempo fino al 24 aprile. Qualche risposta arriverà martedì, vertice permettendo?