Via Almirante a Roma, approvata contro-mozione M5s: la Capitale anti-fascista per Statuto

di redazione Blitz
Pubblicato il 26 giugno 2018 22:00 | Ultimo aggiornamento: 27 giugno 2018 10:30
Via Almirante a Roma, approvata contro-mozione M5s: la Capitale anti-fascista per Statuto

Via Almirante a Roma, approvata contro-mozione M5s: la Capitale anti-fascista per Statuto

ROMA – Approvata la cosiddetta contro-mozione di M5S su via Almirante a Roma. Dopo un primo, controverso, ok della maggioranza all’intitolazione di una strada di Roma allo storico leader dell’Msi, Virginia Raggi è corsa ai ripari. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Con l’atto odierno – sottoscritto in primis dalla sindaca che era presente in Aula al momento del voto – la giunta capitolina si impegna “a non procedere all’intitolazione di toponimi o comunque di nomi di luoghi e strutture pubbliche ad esponenti politici portatori di idee riconducibili al disciolto partito fascista o a persone che si siano esposte con idee antisemite e razziali”.

Nella stessa riunione, grazie alla convergenza di M5S e centrosinistra, passa anche una mozione a prima firma di Stefano Fassina, che va nella stessa direzione. Si “sancisce la posizione di tutta l’amministrazione sull’identità antifascista di Roma. Riteniamo urgente inserire nello Statuto i valori antifascisti”, ha detto la Raggi, che annuncia: “Già da qualche mese abbiamo avviato il processo di ridenominazione di via Donaggio, largo Donaggio e via Zavattari, che ricordano esponenti che sottoscrissero il manifesto della razza. Al loro posto, chiederemo direttamente ai cittadini che su quelle vie abitano, di lavorare con noi” per scegliere “quale sarà lo scienziato che opponendosi al manifesto della razza darà il nuovo nome a quelle strade”.

Il documento dei pentastellati definisce “urgente dare seguito alla discussione volta all’inserimento nello statuto dei valori antifascisti”. “Grazie ad un errore della maggioranza si è sviluppato un dibattito”, rivendica il consigliere pentastellato Pietro Calabrese, che poi ammette: “E’ stato un errore banale, la maggioranza aveva ritenuto che fosse un’intitolazione come le altre. Ora il dibattito è aperto”.

Polemiche da Fratelli d’Italia, che aveva promosso la mozione originaria. Per la leader Giorgia Meloni “Almirante è stato un grande uomo politico italiano, è giusto intitolargli una via. Ci dispiace la gazzarra che sta facendo il M5S. In realtà è solamente un modo per far dimenticare i problemi del sindaco Raggi”. “Si sta cercando di mettere una pezza”, tuona il capogruppo FdI Andrea De Priamo. Che punta il dito contro la maggioranza: “Avete votato senza sapere chi fosse Giorgio Almirante? Stavate dormendo? Ci batteremo fino alla fine” perché “questa mozione non impedisce l’intitolazione di una via ad Almirante”.

Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev