Viceministri parlamentari, via doppio stipendio: vittoria M5s, Lega Nord, Fdi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 Giugno 2013 17:43 | Ultimo aggiornamento: 12 Giugno 2013 17:43
Viceministri parlamentari, via doppio stipendio: vittoria M5s, Lega Nord, Fdi

Stefano Fassina (foto Lapresse)

ROMA – Stop al doppio stipendio anche per i viceministri che sono onorevoli. Le commissioni Lavoro e Finanze della Camera hanno approvato tre identici emendamenti (Lega, Fratelli d’Italia e M5S) che estendono ai viceministri ciò che già vale per i ministri.

La misura approvata, che ha come obiettivo il contenimento dei costi della politica, introduce per i parlamentari che assumono incarichi di Governo il divieto di cumulare i due stipendi. Il testo originario del decreto menzionava esplicitamente il Presidente del Consiglio, i ministri e i sottosegretari, ma ometteva i viceministri, per i quali scatta ora il divieto di cumulo.

I viceministri interessati a questa misura sono Lapo Pistelli, Bruno Archi, Marta Dassù (Esteri), Filippo Bubbico (Interno), Stefano Fassina, Luigi Casero (Economia), Cecilia Guerra (Lavoro). Naturalmente sono esclusi quanti non sono senatori o deputati.

”Soddisfazione” èstata espressa dai due deputati della Lega Nord, Massimiliano Fedriga e Filippo Busin, che hanno presentato l’emendamento accolto dalla commissione. ”Si tratta di una diminuzione giusta e doverosa nei confronti di un Paese in ginocchio a causa della grave crisi economica”.