VIDEO Matteo Salvini: Accoglierei un profugo a casa mia ma..

di Elisa D'Alto
Pubblicato il 10 Settembre 2015 11:28 | Ultimo aggiornamento: 10 Settembre 2015 14:15
VIDEO Matteo Salvini: "Accoglierei un profugo a casa mia"

VIDEO Matteo Salvini: “Accoglierei un profugo a casa mia”

ROMA – “Lei accoglierebbe un profugo in casa sua?”, Matteo Salvini non si sottrae alla domanda insidiosa e insieme un po’ ipocrita della giornalista. E non si sottrae alla risposta di copione: “Ci mancherebbe, anche se ho un bilocale”.

Aggiunge però: “Ma verifichiamo quali sono i Paesi dove sono in atto conflitti”. Distinguo che Salvini ripete da giorni: far entrare i profughi ( in Italia, prima ancora che nei nostri bilocali) solo se scappano dalla guerra, questione di priorità.

Un ammorbidimento della linea “no clandestini”, ammorbidimento che addirittura “sbraca” nella risposta alla giornalista. Ma Salvini lo ospiterebbe davvero un profugo in casa? No, probabilmente no, e non perché è Salvini, ma perché quasi nessuno lo farebbe: a stento sopportiamo un parente per più di 3 giorni sul divano letto in salotto, figuriamoci uno sconosciuto.

E’ che la domanda, che tocca direttamente ognuno di noi, non solo Salvini che se l’è vista porre a bruciapelo e in diretta tv, meriterebbe una sola risposta. Quella che, ad analoga sollecitazione, scrisse tempo fa su Facebook Cecilia Strada, figlia di Gino che costruisce ospedali per il mondo:

“Pago le tasse e non mi compro un’autobotte per spegnere gli incendi. E pago le tasse per aiutare chi ha bisogno. Ospitare un profugo in casa è gentilezza, carità. Creare – con le mie tasse – un sistema di accoglienza dignitoso è giustizia. Mi piace la gentilezza, ma preferisco la giustizia”.