D’Alema: “La violenza può rafforzare chi è al potere”. Poi avverte Vendola: “Pensare solo alla leadership è il male della politica italiana”

Pubblicato il 19 Dicembre 2010 21:26 | Ultimo aggiornamento: 20 Dicembre 2010 9:00

La violenza può “rafforzare” chi è al potere”. E’ questa la tesi sostenuta da Massimo D’Alema, che è intervenuto al programma “Che tempo che fa”, condotto da Fabio Fazio.

”Bisogna stare molto attenti – ha detto l’ex ministro degli Esteri – perché l’interesse alla violenza è un interesse dei gruppi violenti, ma potrebbe diventare anche un modo di chi è al potere di rafforzare il proprio potere. E’ un gioco che abbiamo già visto anche nel passato”.

D’Alema si è poi rivolto a Nichi Vendola: ”Io vorrei parlare con Vendola di cosa si dovrebbe fare per il Paese, altrimenti il rischio è parlare solo di alleanze e di procedure” in un dibattito che di fatto allude ”solo alla leadership” e il dibattito ”solo sulla leadership è il male della politica italiana”, la ”ossessione del leader carismatico” è un portato di Berlusconi.