Politica Italia

Virginia Raggi sfratta Giorgia Meloni: sede FdI-An-Msi Colle Oppio non pagava affitto dal 1972

virginia-raggi-meloni-colle-oppio

Virginia Raggi sfratta Giorgia Meloni: sede FdI Colle Oppio non pagava affitto dal 1972

ROMA – Virginia Raggi sfratta Giorgia Meloni: sede FdI Colle Oppio non pagava affitto dal 1972. Sgomberata a Roma la storica sede di FdI-An al Colle Oppio. L’annuncio dello ‘sfratto’ arriva per voce di Virginia Raggi in persona, nel surriscaldato clima pre-elettorale che vede all’orizzonte le impegnative sfide della Sicilia e del municipio di Ostia. “Questa mattina è stata sgomberata a via delle Terme di Traiano la sede di Fratelli d’Italia e Alleanza Nazionale – dice Raggi -, abbiamo riscontrato una soluzione di morosità prolungata nel tempo. Si trovavano all’interno della sede comunale senza titolo, il contratto era scaduto nel 1972. Da quella data occupavano una sede del Comune e non pagavano più neanche i canoni”.

“La morosità non esiste e siamo anzi nella fase di sottoscrizione di un nuovo contratto, come richiesto ufficialmente con lettera senza risposta mesi fa – replica Federico Mollicone, presidente del circolo di Fdi-An Istria e Dalmazia (Colle Oppio) -. La sindaca utilizza gli uffici comunali inviando senza preavviso i vigili urbani alle 5 del mattino per i suoi inaccettabili soprusi, assicurandosi di poter agire nell’ombra per il suo ‘delitto perfetto’. Ovviamente lo scopo è quello di nascondere quei fallimenti che stanno travolgendo la sua candidata a Ostia”. Raggi, nella prima diretta Fb in cui risponde alle domande dei cittadini, rivendica l’azione amministrativa portata avanti in Campidoglio, parlando di un “ripristino di legalità” che “passa anche da un’azione energica nei confronti di tutti quei soggetti, in questo caso partiti, che tra l’altro prendono rimborsi elettorali assai cospicui”.

La concessione degli spazi di Colle Oppio era stata stipulata nel 1959 con l’allora Sezione ‘Istria e Dalmazia’ del Movimento Sociale Italiano e successivamente rinnovata nel 1963 per nove anni, mette nero su bianco il Campidoglio che sottolinea anche un altro dato: “L’immobile presenta al suo interno ambienti di età romana pertinenti al complesso delle Terme di Traiano, così come sottolineato anche dalla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali che aveva già rappresentato più volte, da ultimo nel 2015, la necessità di riacquisire il bene per sottoporlo alla sorveglianza degli organi di tutela”.

“Si colpisce la storica sede di Colle oppio, luogo di aggregazione sociale e culturale che ha visto la presenza di tanti avversari rispettosi e personalità di altissimo profilo, su tutti il compianto direttore della Caritas Monsignor Luigi Di Liegro – ancora Mollicone -, per colpire FdI An e Giorgia Meloni, facendo un uso vergognoso del potere”.

To Top