Vittorio Sgarbi in un Comune piemontese è “assessore alla Rivoluzione”

Pubblicato il 6 luglio 2012 15:38 | Ultimo aggiornamento: 6 luglio 2012 15:46

CUNEO – Vittorio Sgarbi “assessore alla Rivoluzione”: è l’incarico che riceverà il critico d’arte sabato sera a Baldissero d’Alba, piccolo comune dell’area del Roero (poco più di mille abitanti, a 60 chilometri da Cuneo). Per l’incarico – spiega il sindaco l’architetto Cinzia Gotta – Sgarbi non riceverà alcun tipo di compenso. ”La delega alla Rivoluzione – aggiunge Gotta – nelle mie intenzioni significa dare nuovo impulso al nostro Comune, intervenendo nei settori dell’arte, della cultura e del paesaggio”.

”A Vittorio – riferisce il sindaco – avevo detto che ora che non è più sindaco di Salemi, avrebbe potuto fare l’assessore a Baldissero. A distanza di qualche giorno mi ha richiamato per dirmi che accettava l’offerta”. Il sindaco Gotta e Sgarbi sono amici da anni e recentemente, sempre a Baldissero, il critico d’arte ha fatto il battitore per un’asta benefica.