“Riforma lavoro e fiscal compact”: voti di fiducia alla Camera il 26 e 27 giugno

Pubblicato il 21 Giugno 2012 10:31 | Ultimo aggiornamento: 21 Giugno 2012 10:45

ROMA – L’aula della Camera voterà quattro fiducie su altrettanti articoli della riforma del lavoro dalle 18 del 26 giugno: lo ha deciso la conferenza dei capigruppo di Montecitorio. Il voto finale sul provvedimento è previsto per mercoledi’ 27 giugno. Sempre il 27 giugno inizieranno le votazioni di fiducia sul fiscal compact e sulle politiche Ue alla Camera dei deputati.

In base a quanto stabilito dalla conferenza dei capigruppo, l’Aula inizierà la discussione generale lunedì 25 giugno dalle 11. Dopo il voto di eventuali pregiudiziali, intorno alle 18 il governo porrà la questione di fiducia. Le quattro fiducie, una per ciascuno degli articoli del testo, saranno votate tra il pomeriggio del 26 giugno (dalle 18) e la mattina del 27 giugno. Per accelerare i tempi i gruppi parlamentari avrebbero acconsentito a una autolimitazione delle dichiarazioni di voto. Le dichiarazioni di voto finali, trasmesse in diretta tv, avranno inizio a partire dalle 17, e al voto finale si giungerà intorno alle 18:30.

L’Aula della Camera inizierà poi la discussione generale sulle mozioni sulle Politiche nella Ue e sulla mozione della Lega Nord sul fiscal compact il 26 giugno, dopo che il governo avrà posto la fiducia sulla riforma del lavoro. I testi saranno votati il 27 giugno, dopo il voto finale sulla riforma del lavoro.

La discussione del decreto legge sul fiscal compact avverrà il 28 giugno. Al momento il governo non scioglie la riserva sulla eventualità di porre la fiducia sul testo che scade il 7 luglio. ”L’intenzione del governo – ha spiegato il ministro per i Rapporti con il Parlamento Pietro Giarda – è di non volerla, ma oggi non posso dirlo. Una cosa e’ certa: l’iter va concluso entro il 7 luglio”.