Whirlpool, Di Maio: “Oggi la direttiva per la revoca degli incentivi”

di redazione Blitz
Pubblicato il 11 giugno 2019 11:37 | Ultimo aggiornamento: 11 giugno 2019 11:37
Whirlpool, Di Maio: "Oggi la direttiva per la revoca degli incentivi"

Whirlpool, Di Maio: “Oggi la direttiva per la revoca degli incentivi” (Foto Ansa)

ROMA – “Whirlpool non ha tenuto fede ai patti. Oggi firmo la revoca di tutti gli incentivi”: il vicepremier e ministro allo Sviluppo economico Luigi Di Maio ha intenzione di tener fede a quanto dichiarato una settimana fa dopo l’annuncio della multinazionale degli elettrodomestici di voler chiudere lo stabilimento di Napoli. 

“Whirlpool non ha tenuto fede ai patti, si è rimangiata la parola e dice di voler chiudere lo stabilimento di Napoli”, per questo oggi “firmerò una direttiva ministeriale che revoca tutti gli incentivi, ne hanno avuti circa 50 milioni di euro dal 2014 a oggi, perché in Italia ci dobbiamo far rispettare” all’azienda, ha spiegato Di Maio a Rtl. “Se vieni in Italia e prendi i soldi dello Stato non è che poi te ne vai e chiudi gli stabilimenti tenendo un atteggiamento contrario ai patti”.

Nel mirino di Di Maio c’è l’accordo sottoscritto da Whirlpool lo scorso ottobre al Mise con i sindacati per un piano di investimenti valido fino al 2021. Una settimana fa Di Maio aveva spiegato: “Lo stabilimento Whirlpool di Napoli deve restare aperto altrimenti gli togliamo i soldi che hanno preso dallo Stato, iniziando con almeno 15 milioni di euro. Lo Stato si farà rispettare. Un’azienda americana non si può permettere di venire qui a ottobre, firmare un accordo e poi dopo sette mesi decidere di mettere per strada 450 persone, soprattutto se ha preso negli ultimi anni 50 milioni di euro di incentivi”. (Fonte: Ansa)

5 x 1000