Zaia: “Monti non munga la solita vacca del Nord”

Pubblicato il 17 Novembre 2011 9:13 | Ultimo aggiornamento: 17 Novembre 2011 11:28

Luca Zaia (Lapresse)

ROMA – ”Vigileremo perche’ nell’azione del governo chiamato a risanare i conti non ci sia la solita cosa per cui si munge la vacca del Nord che e’ l’unica che da’ buon latte. Super Mario deve guardare anche al Sud, dove ci sono situazioni disastrose. Senno’ il fallimento e’ assicurato”.

Per il governatore del Veneto Luca Zaia, intervistato dalla Stampa, ”Monti puo’ durare una settimana o tredici mesi, basta che non ci sia il solito attacco alla diligenza del Nord. Anche perche’ – sottolinea – mi sembra di capire che non basta fare il suo nome per abbassare lo spread”.

”La cifra di chi del Nord sta al governo deve essere il federalismo e le riforme. Se non le faranno ce ne ricorderemo”, avverte Zaia. ”Il Presidente Napolitano ha detto piu’ volte che il federalismo non e’ piu’ una scelta ma una necessita’. Spero che il presidente Monti se ne ricordi. E spero che questo governo non sia l’ultimo colpo di coda del centralismo”.

”Spero che il presidente del Consiglio Mario Monti abbia occasione di ricordare le parole di Napolitano che ha sempre detto che il federalismo non e’ piu’ una scelta ma una necessita”’: lo ha riferito il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, arrivando alla Conferenza delle Regioni, dedicata oggi all’incontro di due giorni fa tra le Autonomie locali e il nuovo inquilino di Palazzo Chigi.

”Questa necessita’ a questo punto si deve concretizzare – ha esortato Zaia – e peraltro tutto cio’ trova concretezza nel progetto della Costituzione del 1948 che e’ assolutamente federalista ma che in questo Paese e’ stata gestita in maniera centralista”. In ogni caso, secondo il governatore, la scelta del ministro per la Coesione Territoriale ”non e’ assolutamente un bel segnale”.