Zanda: “Alemanno spieghi come sceglie i collaboratori”

Pubblicato il 16 Dicembre 2011 - 16:00 OLTRE 6 MESI FA

ROMA – “A tutti può succedere di sbagliare nella scelta dei collaboratori. Al sindaco Alemanno capita però un po’ troppo spesso per dare la colpa al caso. Stefano Andrini, Ruggero Conti, Franco Maria Orsi, Francesco Bianco, Giorgio Magliocca, Francesco Morelli, Franco Panzironi, Adalberto Bertucci, Luigi Crespi. Tutti al centro di inchieste giudiziarie e tutti collaboratori del sindaco Alemanno o di società controllate dal Comune di Roma”.

Lo afferma il vicepresidente dei senatori del Pd Luigi Zanda che poi continua: “E’ possibile chiedere che il sindaco Alemanno spieghi pubblicamente come tutto ciò sia potuto accadere? E’ possibile sapere se la lista è finita o se i romani debbono aspettarsi altre brutte sorprese? È possibile chiedere che il sindaco documenti la sua buona fede davanti ad un’evidenza e ad un suo silenzio che, ragionevolmente, porta ad escluderla?”

“Con un’interrogazione parlamentare – conclude Zanda – chiederò anche al Governo di riferire al più presto sulle condizioni del Comune di Roma”.