Zanda (Pd): “Berlusconi risponde a Vespa e snobba il Parlamento”

Pubblicato il 5 Novembre 2009 18:06 | Ultimo aggiornamento: 5 Novembre 2009 18:06

«Stupisce e amareggia che il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi abbia preferito rispondere, sia pure in modo elusivo e niente affatto convincente, nel libro di Bruno Vespa alle domande che l’opinione pubblica e il Parlamento gli rivolgono da mesi».

Lo dichiara il vicepresidente dei senatori del Pd Luigi Zanda che così continua: «Il Presidente Berlusconi deve rassicurare i cittadini sulla sua non ricattabilità e deve farlo in Parlamento. Deve garantire che i suoi comportamenti privati non hanno messo a rischio la sicurezza nazionale e la credibilità del Paese. Questo gli è stato ripetutamente chiesto con gli atti formali di cui l’opposizione dispone. Ma il presidente del Consiglio, ancora una volta, ha ignorato il Parlamento e i parlamentari».

«Quello di oggi – conclude Zanda – è l’ennesimo preoccupante tassello del suo disegno populista e antiparlamentare che mira al progressivo svuotamento delle funzioni legislative e di controllo delle Camere».