Zingaretti: “Carlo Picozza nel consiglio regionale una garanzia per i cittadini”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 febbraio 2018 9:45 | Ultimo aggiornamento: 28 febbraio 2018 10:16
Zingaretti: "Carlo Picozza nel consiglio regionale una garanzia per i cittadini"

Carlo Picozza e Nicola Zingaretti

ROMA – “Il fatto che Carlo Picozza si sia messo al servizio di una cultura politica e possa diventare membro del consiglio regionale è una garanzia per i cittadini contro rischi di degenerazione o messa in secondo piano dei diritti dei malati e degli operatori della sanità”. Lo ha assicurato il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, parlando del capolista della Civica Zingaretti Presidente. Il governatore e il giornalista si sono confrontati sul tema della sanità nel corso di un incontro pre-elettorale al Salotto Palatino di Roma lo scorso 27 febbraio.

“Sono particolarmente contento che Carlo abbia scelto di guidare questa lista civica – ha sottolineato Zingaretti – La mia storia con Picozza non nasce da un rapporto di amicizia, che poi si è trasformato in un rapporto politico, ma da un incontro sul rispetto e il riconoscimento di autonomia e di funzioni. Una storia scaturita tra chi ha il dovere di osservare e giudicare nel mondo dell’informazione e chi, governando questo pezzo delicatissimo della pubblica amministrazione, sta dall’altra parte del tavolo”.

“In questa campagna elettorale ho fatto un bagno di umanità – ha dichiarato Carlo Picozza – Ho incontrato tante persone, sono andato dappertutto. Il Lazio può uscire da questa tornata elettorale come regione pilota per una sperimentazione politica nuova, in cui l’elemento dell’ascolto tra politica e cittadini sia fondamentale”.

“Il grande assente da questa campagna è il lavoro – ha precisato il giornalista – In questo senso possiamo vantare da parte della regione una capacità di risposta anche in un momento di crisi, che è arrivata con la stabilizzazione di 1400 stabilizzazioni di precari e altre ne arriveranno. I problemi non sono tutti risolti. Oggi però al contrario di 5 anni fa ci sono tutte le condizioni per voltare pagina con un deficit abbassato, imprimendo un nuovo ritmo al governo regionale”.

A Repubblica Carlo Picozza si è occupato per anni di cronache legate alla sanità, regionale e nazionale. Il candidato si batte da tempo per un’umanizzazione delle cure, che rimetta al centro il paziente. “E’ necessario fare in modo che curando le persone la loro dignità cresca – ha precisato il candidato nelle scorse settimane – E’ una parte fondamentale della guarigione. Il paziente deve capire che è in buone mani, con il personale sanitario deve esserci una sorta di patto”.