Zuegg lancia il “succhino di cittadinanza”. Battelli (M5s): “Prendo, pago, butto”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 febbraio 2019 10:25 | Ultimo aggiornamento: 25 febbraio 2019 10:36
Zuegg lancia il "succhino di cittadinanza". Battelli (M5s): "Prendo, pago, butto"

Zuegg lancia il “succhino di cittadinanza”. Battelli (M5s): “Prendo, pago, butto”

ROMA – Zuegg lancia il “succhino di cittadinanza”. E scatena la polemica. La multinazionale veronese ha promosso negli ultimi giorni una campagna ironica sui propri succhi di frutta, inventandosi il “succhino di cittadinanza”, con tanto di modulo online per richiedere gratis la bevanda. 

Le domande a cui viene sottoposto chi vuole farne richiesta vanno da “Perché sei finito su questa pagina? 1) Sono uno scroccone, 2) Pensavo fosse birra, 3) Io non ci volevo venire”, a “Quante volte ti indigni al giorno? 1) Meno di due, 2) Tra 2 e 5, 3) Sono ‘indinniato’ anche adesso”. 

L’ironia sul Movimento 5 stelle è evidente, con la citazione di alcune delle loro battaglie “politiche” (con i quesiti sul terrapiattismo e le scie chimiche) e gli strafalcioni grammaticali di molti parlamentari pentastellati. 

Così è arrivata la critica di Sergio Battelli, presidente M5s della commissione Politiche dell’Unione europea della Camera dei Deputati, che ha definita la campagna “offensiva” e nelle storie Instagram del suo profilo personale, ha fotografato il succo con le parole “Prendo, pago, butto” e la conclusione: “Il succhino nel cestino – Bye bye Zuegg – Vergognatevi”.

Le storie sono passate, ma qualcuno le ha screenshottate e non sono mancate le critiche a quello che è stato un invito al boicottaggio e allo spreco. Sergio Battelli ha poi chiarito all’AdnKronos: “Non ho mai detto di boicottare la Zuegg. Ritengo che siamo comunque di fronte a una campagna offensiva nei confronti del M5S” e siccome loro “dicono di regalare il succo” come il reddito di cittadinanza “io ho detto che acquisto il prodotto, non invito ad alcun boicottaggio, la mia è solo una provocazione, null’altro, strumentalizzata da qualcuno”.

LEGGI ANCHE: Reddito di cittadinanza, tutto quello che devi sapere

Ma sul caso è intervenuto anche Filippo Sensi, deputato del Partito democratico, che da Twitter ha replicato:  “Tranquilla Zuegg Italia! Se a Sergio Battelli non piace il succhino di cittadinanza, rimedio io. Sono anziano, non sopporto lo spreco di cibo e ho rispetto per il lavoro”.

Fonti: AdnKronos, Ansa