Aereo Malaysia, la Russia: “Vicino all’MH17 c’era un caccia di Kiev”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Luglio 2014 16:23 | Ultimo aggiornamento: 21 Luglio 2014 17:54
Aereo Malaysia, la Russia: "Vicino all'MH17 c'era un caccia di Kiev"

Militari sorvegliano i resti dell’aereo MH17 (Foto Lapresse)

MOSCA – L‘aereo della Malaysia Airlines precipitato il 17 luglio sull’Ucraina orientale? L’hanno abbattuto gli ucraini governativi. E’ la tesi di Mosca sul Boeing 777 schiantatosi al suolo con i suoi 298 tra passeggeri e membri dell’equipaggio. Secondo il ministero della Difesa russo, non è stato rilevato il lancio di alcun missile vicino alla rotta del Boeing della Malaysia Airlines: era invece presente nelle vicinanze un caccia ucraino.

I satelliti russi, ha spiegato il ministero della Difesa, hanno rilevato un aereo da attacco Su-25 che volava in direzione del Boeing malese che poi è precipitato. Inoltre, al momento del disastro, una batteria di missili ucraini Buk erano dispiegati verso Donetsk, in un’area dove i ribelli hanno il loro quartier generale, hanno aggiunto ancora le autorità russe.

Accusata di essere se non l’esecutore materiale dell’incidente quanto meno il fornitore del missile che ha colpito l’aereo, la Russia smentisce di aver fornito ai separatisti ucraini i Buk sospettati da Kiev e Washington di essere stati usati per abbattere il Boeing della Malysia Airlines. Mosca “non ha fornito agli insorti sistemi missilistici Buk o altro materiale militare”, ha detto il generale Andrei Kartapolov dello Stato maggiore russo.

Il ministero della Difesa russo ha detto che al momento del disastro aereo alcuni satelliti americani sorvolavano la zona, e ha chiesto a Washington di condividere eventuali immagini documentate.