Afghanistan. Intelligence Usa prevede perdita progressi raggiunti

Pubblicato il 30 dicembre 2013 12:14 | Ultimo aggiornamento: 30 dicembre 2013 12:14
Soldati americani in Afghanistan

Soldati americani in Afghanistan

USA, WASHINGTON – Un nuovo rapporto dell’ intelligence Usa prevede che i progressi raggiunti in Afghanistan dagli Stati Uniti e dai loro alleati negli ultimi tre anni rischiano in buona parte di scomparire nei prossimi tre, anche se Washington lascera’ sul campo qualche migliaio di soldati e continuera’ a finanziare Kabul.

Lo scrive il Washington Post, citando in forma anonima funzionari che hanno potuto vedere il rapporto, elaborato con il contributo delle 16 agenzie di intelligence Usa, secondo cui i talebani e altri centri di potere locali diventeranno sempre piu’ influenti mentre gli Stati Uniti avvieranno il ritiro delle loro forze dal Paese.

Il rapporto prevede che l’Afghanistan rischia di avviarsi nuovamente verso il caos se Washington e Kabul non firmeranno un accordo bilaterale sulla sicurezza che consenta lo stazionamento di alcune migliaia di soldati Usa in Afghanistan dopo il 2014 e la continuazione dei finanziamenti al Paese. Il rapporto prevede che ”senza la continuazione della presenza militare e dei finanziamenti…la situazione si deteriorera’ molto rapidamente”, ha detto un funzionario citato dal quotidiano. (ANSA).