Afghanistan: a gennaio il Giappone andrà via, lo conferma il ministro della Difesa nipponico

Pubblicato il 13 Ottobre 2009 13:58 | Ultimo aggiornamento: 13 Ottobre 2009 13:58

afghanistanIl ministro della Difesa del nuovo governo nipponico a guida Democratica, Toshimi Kitazawa, ha ribadito che il Giappone metterà fine alla missione di rifornimento delle Forze di Autodifesa nell’Oceano Indiano a gennaio 2010, quando scadranno i termini della speciale legge che autorizza l’iniziativa logistica dal 2001.

“La nostra flotta si ritirerà a gennaio del prossimo anno così come stabilito dalla legge”, ha dichiarato a Tokyo Kitazawa, confermando che l’esecutivo non ha intenzione di presentare un nuovo provvedimento in aula per estendere ancora la missione.

“Condividiamo quanto già detto sulla questione dal ministro degli Esteri Okada – ha aggiunto il titolare della Difesa -, e discuteremo su quali forme alternative di supporto all’Afghanistan il Giappone potrà offrire in futuro”.

Anche il segretario del governo, Hirofumi Hirano, ha ribadito la linea del disimpegno militare alla scadenza naturale della missione, confermando l’intenzione del Giappone di offrire un aiuto di tipo civile per la ricostruzione dell’Afghanistan. “Siamo convinti che il supporto alla popolazione e allo sviluppo dell’agricoltura – ha spiegato – sarà cruciale per dissolvere ciò che sta alla base della piaga terrorismo”.