Afghanistan/ Barack Obama ordina inchiesta su strage di prigionieri talebani nel 2001. I democratici chiedono di indagare sul programma segreto di Dick Cheney

Pubblicato il 13 Luglio 2009 8:35 | Ultimo aggiornamento: 13 Luglio 2009 9:36

Barack Obama ha ordinato un’inchiesta su un oscuro episodio avvenuto in Afghanistan nel 2001, quando alcune centinaia di prigionieri talebani sarebbero morti soffocati in un container e poi sepolti in fosse comuni.

Secondo il “New York Times”, l’amministrazione Bush scoraggiò il tentativo di Fbi, Dipartimento di Stato e Pentagono di far luce sull’episodio accaduto nel novembre del 2001, poco dopo l’invasione che rovesciò il governo talebano: gli uomini dell’Alleanza del Nord, che lavorava a fianco degli Stati Uniti sotto la guida di un “signore della guerra”, il generale Abdul Rashid Dostam, rinchiusero circa 2.000 talebani catturati dopo una violenta battaglia nella provincia di Kunduz in container e li lasciarono morire soffocati o li uccisero sparando colpi di arma da fuoco sparati dall’esterno e poi li seppellirono in fosse di massa.

«Penso che ci siano responsabilità che tutti i Paesi abbiano, anche in tempi di guerra», ha detto Obama in un’intervista registrata per la Cnn al suo rientro dal tour che lo ha portato in Russia, in Italia per il G8 e in Ghana. «E se emerge che la nostra condotta abbia aiutato in qualche modo violazioni del codice di guerra, bisogna accertarlo».

È’ ancora bufera, quindi, per Dick Cheney dopo le rivelazioni del New York Times secondo cui l’ex vicepresidente americano ordinò alla Cia di avviare un programma segreto anti-terrorismo tenendo all’oscuro il Congresso. I democratici hanno accusato l’ex braccio destro di George W. Bush di aver abusato del suo potere e, secondo il Washington Post, chiederanno un’inchiesta formale per scoprire i contenuti del programma segreto.