Afghanistan, rissa tra le parlamentari donne

Pubblicato il 5 Luglio 2011 20:16 | Ultimo aggiornamento: 5 Luglio 2011 20:16

ROMA – Due deputate afgane sono venute alle mani in pieno parlamento dopo un acceso scambio verbale e hanno dovuto essere divise dai loro colleghi maschi mentre si prendevano a pugni.

L’ex generale Nazifa Zaki ha cominciato a rivolgersi con veemenza alla collega Hamida Ahmadzai, seduta alcune file davanti a lei, prima di scagliarle una bottiglia d’acqua in un gesto di rabbia, secondo le immagini trasmesse dalla televisione privata tolo news.

Ahmadzai ha rispedito la bottiglia al mittente, che si è immediatamente scagliata contro di lei, tentando di prenderla per il collo prima di distribuirgli una serie di pugni.

Colleghi maschi sono intervenuti per separarle, mentre Ahmadzai stava reagendo ai colpi. La rissa è cominciata mentre i deputati si preparavano alla sessione mattutina, secondo la tv.

La maggior parte dei parlamentari non ha voluto esprimersi sull’incidente. Un deputato, che ha chiesto l’anonimato, ha spiegato che la rabbia della Zaki è stata scatenata da un’osservazione della Ahmadzai sul vicepresidente afgano  Mohammad Qasim Fahim, discusso capo di guerra ed ex braccio destro di Ahmed  Shah Massoud, figura della resistenza anti-sovietica e anti-talebana.

Sessantotto dei 249 seggi della wolesi jirga (assemblea nazionale) sono riservati alle donne.