Afghanistan. Cameron a Karzai, truppe britanniche anche dopo il 2014

Pubblicato il 7 Dicembre 2010 12:47 | Ultimo aggiornamento: 7 Dicembre 2010 12:47

Il premier britannico David Cameron ha definito ”falsi” e ”destituiti di fondamento” martedi a Kabul i cablogrammi diplomatici pubblicati da Wikileaks su un presunto insuccesso della missione militare britannica nella provincia meridionale afghana di Helmand ed in particolare nel distretto di Sangin.

In una conferenza stampa al termine di un colloquio con il presidente afgano Hamid Karzai, Cameron ha sostenuto che il ritiro delle forze britanniche dal distretto di Sangin e’ avvenuto nell’ambito di una routine programmata, comune anche nei contingenti di altri paesi.

Commentando il colloquio con Karzai sui temi della sicurezza, il premier ha confermato che il richiamo dei militari britannici potrebbe cominciare l’anno prossimo, ma che ”questo non significa che la Gran Bretagna lascera’ l’Afghanistan dopo il 2014”.

Cameron ha quindi concluso affermando di aver potuto constatare che ”la sicurezza e’ migliorata in alcune parti del paese” e che ”la formazione del personale locale militare e di polizia avanza a buon ritmo” rendendo possibile immaginare l’inizio del ritiro delle truppe nel 2011